LIBERAZIONE TRATTENUTO MANI

CIRCOSTANZA
Di gruppo/individuale.
All'aperto/al chiuso.
Con tute comode o con tuniche monocromatiche.
Clima di attenzione creato dal conduttore per percepire se stessi come un "intero"
anche se l'incontro è con alcune parti del corpo.


DESCRIZIONE
Si svolge in piedi/seduti, da fermi.

Gli interventi possibili sono:
1) Percepire le proprie mani
Il conduttore invita a chiudere gli occhi e a spostare l'attenzione alle mani per percepire se la muscolatura è tesa o rilassata.


2) Guardare le proprie mani
Il conduttore invita ad aprire gli occhi e a guardare le proprie mani per cercare di coglierne la forma e i particolari.


3) Decondizionare le mani dai soliti movimenti
STIracchiare le mani;
DOndolare le mani;
ROteare le mani.


4) Scoprire movimenti insoliti delle mani
Il conduttore invita a fare movimenti del tipo:
a) formare dei cerchi premendo indice-medio-anulare-mignolo contro il pollice, prima con la mano destra, poi con la sinistra, e ancora con le due mani;
b) congiungere, all'altezza del petto, le mani con il dorso, e aprirle orizzontalmente con le dita allargate;
c) congiungere, all'altezza del petto, le mani con il palmo, e muoverle avanti e indietro senza spostare le braccia.

 

5) Toccare le proprie mani
Toccare le mani..

 


6) Massaggiare le proprie mani
Il conduttore invita a massaggiare in sequenza:
a) la prima falange di ogni dito, sostenendolo con il pollice e frizionando con l'indice;
b) la punta di ogni dito, stringendola lateralmente con il police e l'indice;
c) l'incavo tra le dita, facendo pressione con l'indice e il pollice dell'altra mano;
d) il palmo della mano, facendo pressione col pollice dell'altra mano;
e) il sotto dell'unghia di ogni dito con l'unghia del pollice dell'altra mano.


7) Stimolare il movimento ritmico delle mani con musiche.
Il conduttore invita al movimento ritmico delle mani con la stimolazione di musica folcloristica thailandese che accompagna danze in cui le braccia e le mani sono maggiormente agite.


8) Atti possibili con le mani.
Il conduttore invita a dichiarare gli atti possibili con le mani.
Successivamente con l'esempio propone di compierne alcuni per evocare l'emozione connessa:
a) atto dell'accusare, con l'indice puntato;
b) atto del chiedere, con la mano destra tesa e palmo della mano visibile;
c) atto del colpire, con mano a pugno;
d) atto dell'offrire, con le braccia tese e mani a palmo visibile;
e) atto dello zittire, con l'indice verticale sulle labbra.


OBIETTIVI
- Ristabilire il contatto corporeo.
- Allentare la tensione muscolare.
- Scoprire movimenti nuovi.
- Liberare accumuli emotivi.


FASE
Decondizionamento/Espressione.


LINGUAGGI
Movimento del corpo.


STRUMENTI
Opzionale l'uso delle tuniche monocromatiche.


DURATA
Dai 10' ai 30', a seconda che il conduttore programmi uno o tutti gli interventi.


RITMO
Dai 10' ai 30' a seconda che il conduttore programmi uno o tutti gli interventi.


EVOCAZIONE
Quelle dichiarate di volta in volta dai partecipanti.


SIMBOLOGIA
Vedi lettura NV.


VERIFICA
Maggior possibilità di movimenti, diminuzione della tensione.


PERICOLI E LIMITI
Che emergano rimossi che il conduttore non sa gestire.


RIFERIMENTI TEORICI
- Nucleo teorico metodo EC;
- Teoria dei meridiani.


ORIGINE
- Metodo EC.