LIBERAZIONE TRATTENUTO COLLO-TESTA

CIRCOSTANZA
Di gruppo/Individuale.
All'aperto/al chiuso.
Con tute comode o con tuniche monocromatiche.
Clima di attenzione creato dal conduttore per percepire se stessi come un "intero", anche se l'incontro è con alcune parti del corpo.


DESCRIZIONE
Si svolge in piedi, da fermi.
Gli interventi possibili sono:

1) Percepire collo-testa.
Il conduttore invita a chiudere gli occhi e a spostare l'attenzione al collo, alla mascella, al mento, alla dentatura, alla fronte, ai capelli, alla nuca, per percepire se la muscolatura è tesa o rilassata.


2) Guardare collo-testa
Non si effettua.


3) Decondizionare collo-testa dai soliti movimenti
STIracchiare il collo.


4) Scoprire movimenti insoliti del collo-testa
Il conduttore invita a fare movimenti del tipo:
a) allungare il collo, abbassare le spalle;
b) abbassare il collo tra le spalle, alzare le spalle;
c) inclinare il collo a sinistra e a destra, tenendo ferme le spalle;
d) abbassare la testa in avanti fino a toccare con il mento la gola;
e) rovesciare all'indietro la testa, tenendo le spalle abbassate;
f) a denti serrati, sporgere in fuori la mascella, tirando i muscoli del collo;
g) serie di movimenti del volto del tipo smorfie: spalancare e chiudere gli occhi, innalzare le sopracciglia, torcere le labbra, ecc.


5) Toccare collo-testa
TOccare la testa.


6) Massaggiare collo-testa
Il conduttore invita a massaggiare in sequenza:
a) i punti d'incontro spalla-collo a destra e a sinistra con indice-medio-anulare,
facendo una lieve pressione ritmica;
b) il collo, la nuca, il volto, con indice-medio-anulare facendo una lieve pressione
ritmica;
c) il mento con indice-medio, facendo pressione;
d) il labbro superiore con indice, facendo pressione;
e) le narici con pollice che le solleva e indice che le massaggia;
f) gli zigomi con medio-indice, facendo pressione;
g) le sopracciglia con pollice che le solleva e indice che le massaggia;
h) le tempie con indice-medio che ruotano in senso orario e antiorario;
i) i lobi delle orecchie con pollice che li solleva e indice che li massaggia;
l) i contorni delle orecchie con pollice-indice, con pressione ritmica;
m) dietro le orecchie con indice-medio con movimento alto/basso.


7) Stimolare il movimento ritmico collo-testa con musiche
Il conduttore invita al movimento ritmico con la stimolazione di musiche folcloristiche balinesi che accompagnano danze in cui collo-testa sono maggiormente agiti.


8) Atti possibili con collo-testa
Il conduttore invita a dichiarare gli atti possibili con collo-testa.
Successivamente, con l'esempio, propone di compierne alcuni per evocare l'emozione connessa:
a) atto del sì/no con la testa, prima piegata più volte in avanti e poi girata a destra e a sinistra;
b) atto del meravigliarsi, con la testa all'indietro e bocca e occhi aperti.


OBIETTIVI
- Ristabilire il contatto corporeo.
- Allentare la tensione muscolare.
- Scoprire movimenti nuovi.
- Liberare accumuli emotivi.
- Esprimere sentimenti.


FASE
Decondizionamento/Espressione.


LINGUAGGI
Movimento del corpo.


STRUMENTI
Opzionali l'uso di tuniche monocromatiche, di musiche folcloristiche balinesi.


DURATA
Dai 10' ai 30', a seconda che il conduttore programmi uno o tutti gli interventi.


RITMO
Quello più proprio al singolo e al gruppo.


EVOCAZIONE
Quelle dichiarate di volta in volta dai partecipanti.


SIMBOLOGIA
Vedi lettura NV.


VERIFICA
Maggior possibilità di movimenti, diminuzione della tensione.


PERICOLI E LIMITI
Pericolo che qualche movimento intenso provochi danno alle strutture muscolo-tendinee; che emergano rimossi che il conduttore non sa gestire.


RIFERIMENTI TEORICI
- Nucleo teorico metodo EC;
- Neurofisiologia;
- Teoria dei Meridiani;
- Linfodrenaggio;
- ShIatsu.


ORIGINE
- Metodo EC.